f
l
TAGS
H

LA STORIA DEL BIG BEN

La campana detta Big Ben fu installata nel 1859 nel Palazzo di Westminster e i suoi famosi rintocchi vengono ancora trasmessi dalla BBC, live, alle 18 e alle 24. Sembra impossibile, vista la fama di cui gode oggi, che nei progetti originali del nuovo Palazzo del Parlamento, distrutto da un incendio nel 1834, la torre dell'orologio non fosse nemmeno contemplata. L'architetto Charles Barry fu affiancato dal collega Augustus Pugin che lo aiutò nel progetto della torre, che dal 2012 si chiama Elizabeth Tower in onore del Giubileo di Diamante dell'attuale sovrana.
Una volta disegnata la torre, occorreva trovare qualcuno in grado di costruire un orologio grande abbastanza ed accurato al secondo. Ci vollero sette anni per trovare un orologiaio all'altezza e alla fine Edmund Beckett Denison completò l'orologio nel 1854. Ora servivano le campane, quattro per i quarti d'ora, una per segnare l'ora. La campana originale pesava la bellezza di 16 tonnellate e fu testata nell'ottobre del 1857 nel cortile del Palazzo di Westminster, gettando tutti nella disperazione quando si creò una crepa di un metro e venti centimetri. Ci fu una corsa allo scaricabarile, con la fonderia che accusò Denison di aver voluto un martello troppo grosso; alla fine una nuova campana, più piccola, venne costruita da un'altra fonderia, la Whitechapel Foundry. La Great Bell fu subito soprannominata Big Ben, forse in onore di Sir Benjamin Bell, il commissario ai lavori pubblici del tempo.
Ma i problemi non erano finiti, perché adesso bisognava installare la campana e ci furono dei ritardi anche in questo caso, ma finalmente, l'undici luglio 1859 Big Ben rintoccò per la prima volta nella sua storia. Purtroppo nel giro di tre mesi anche questa campana si crepò, ma sarebbe stato impossibile sostituirla senza smontare l'intero orologio e a tutti venne di nuovo un enorme mal di testa. Dopo quattro anni, all'astronomo reale, Sir George Airy, venne un'idea brillante: ruotare la campana di un quarto e sostituire il martello con uno più piccolo.
Ora però servono restauri a tutta la torre, che mostra segni di erosione, alla campana affinché continui a suonare con la stessa precisione di sempre e all'orologio che sebbene venga pulito e controllato ogni pochi anni, ha bisogno di cure al meccanismo, lancette e pendolo. L'intera torre verrà nascosta dalle impalcature e solo una faccia dell'orologio rimarrà visibile al pubblico, mentre si spera che Big Ben continuerà a suonare in occasione di eventi importanti. I lavori di manutenzione dureranno probabilmente tre anni, quindi affrettatevi a fotografare questa icona londinese prima che venga 'incartocciata'.



 

This product has been added to your cart

CHECKOUT