f
l
TAGS
H

LA CORPORAZIONE DEI VINAI E I CIGNI

Passeggiando per la City di Londra è facile imbattersi in stemmi araldici curiosi affissi alle sedi storiche delle antiche Corporazioni di Arti e Mestieri, quelle che in inglese si chiamavano in origine Guilds e poi Livery Companies, dalla 'livery', la divisa indossata dai propri membri.
Era loro compito controllare la qualità del lavoro, delle merci, dei pesi e delle misure, controllavano le importazioni, fissavano i salari e imponevano le sanzioni. Si occupavano dell'insegnamento dei giovani apprendisti e si prendevano cura dei loro membri malati o anziani. Quando un membro moriva, la bara veniva coperta coi paramenti funebri della corporazione e tutti i membri si alternavano nella veglia e nelle preghiere per l'anima del defunto.
Oggi sono poche le corporazioni che si occupano ancora del loro settore, la maggior parte di esse si occupa di beneficenza.
I Vinai appartengono alle Great Twelve, le dodici maggiori corporazioni medievali e il loro primo statuto risale al 1363, ma la compagnia esisteva già da prima, questo del 1363 era in pratica un documento che concedeva loro il monopolio sul commercio con la Guascogna. Regolavano l'importazione e la vendita di vino, mentre oggi si occupano principalmente dell'educazione al vino: la Compagnia si è associata alla Wine and Spirit Trade Association e ha fondato il Wine and Spirit Education Trust e l'Institute of Masters of Wine, finanziando la 'Vintners Room' al Centro di Studi sul Vino del Plumpton College che offre lauree in materie enologiche.
Ma i Vinai hanno anche un altro compito. I Vinai e i Tintori sono le uniche due corporazioni ad avere il privilegio di condividere la proprietà dei cigni nel Tamigi col sovrano inglese. Per quanto riguarda i Vinai, i primi documenti ufficiali risalgono al 1509, ma probabilmente la pratica risale a molto tempo prima. Ogni anno in luglio si tiene la cerimonia di Swan Upping, in cui c'è un censimento e un controllo medico dei cigni, che un tempo erano una prelibatezza nei banchetti reali. Mi chiedo quale vino veniva abbinato alla carne di cigno…
Le barche dei Vinai, dei Tintori e di Sua Maestà si mettono in cerchio e per diversi giorni percorrono un tratto del Tamigi per controllare e marchiare i nuovi nati. E' una delle innumerevoli tradizioni britanniche che animano il calendario e attirano turisti e abitanti locali. Windsor è uno dei luoghi migliori per assistere alla cerimonia.
Ecco spiegata la presenza di questa statua del barcaiolo e marcatore dei Vinai con un cigno vicino alla sede della Corporazione. Il cigno si ritrova anche nel loro stemma araldico, assieme alle botti, ai grappoli d'uva, alla caravella che portava il vino dalla Guascogna e al bellissimo motto 'Vinum Exhilarat Animum' (il vino rallegra il cuore).



 

This product has been added to your cart

CHECKOUT