f
l
TAGS
H

1936 - L'ANNO DEI TRE RE

Gennaio 1936, re Giorgio V è in punto di morte e il suo successore è il primogenito, Edoardo, chiamato David in famiglia.
Edoardo è molto diverso dal padre, un uomo serio, freddo, dalla rigida morale vittoriana ed incapace di esprimere i propri sentimenti persino nei confronti della moglie, la regina Maria.
Edoardo è come suo nonno Edoardo VII – ha charme, sa parlare con tutti, dagli aristocratici ai minatori gallesi in sciopero, è elegantissimo, carismatico, ma anche frivolo ed irresponsabile. È biondo, bello e, al contrario di suo padre ma esattamente come suo nonno, ha molte amanti, ma è attratto in particolar modo da una certa Wallis Simpson, un'americana divorziata e risposata.
E al momento della proclamazione, letta dagli araldi sul balcone del Palazzo di St James, Edoardo rompe con la tradizione e decide di assistere da una finestra in compagnia della Simpson, che all'epoca era ancora sposata al secondo marito.
È crisi. Il Primo Ministro si scontra con alcuni organi di stampa che appoggiano il nuovo re e con alcuni amici di quest'ultimo, come Winston Churchill. Ma per gran parte del 1936 la notizia della relazione scandalosa non esce sui giornali britannici.
Edoardo VIII da sovrano è anche Capo della Chiesa Anglicana, contraria al divorzio. Wallis Simpson non solo è sposata, ma ha anche altri amanti oltre al re. Questa relazione è assolutamente inaccettabile.
La cerimonia di incoronazione viene fissata per il 12 maggio 1937 e i negozi si riempiono di souvenirs. I giornali sono ancora zitti, e gli inglesi comprano allegramente le tazze con l'effige del nuovo re.
Ma nell'estate del 1936 il re va in crociera nel Mediterraneo e a bordo del panfilo c'è anche Wallis. Le foto escono sui giornali stranieri, la voce comincia a circolare e quando in ottobre Wallis chiede il divorzio, nel Regno Unito si diffonde il panico.
Il 16 novembre il re convoca il Primo Ministro Baldwin a Buckingham Palace e gli rivela l'intenzione di sposare la Simpson. Ma non è una cosa facile: il re deve sposare qualcuno che piaccia al popolo, perché diventerà regina, e il popolo si esprime attraverso il Parlamento e il Primo Ministro che deve dare il consenso. Ma il consenso non arriva e in un'epoca ipocrita che rifiuta il divorzio ma chiude un occhio nei confronti dell'adulterio, viene suggerito al re di tenere Wallis come amante. Il sovrano innamorato rifiuta. Se non gli verrà concesso di sposarla e rimanere sul trono, lui rinuncerà a quel trono.
Il 25 novembre il re convoca di nuovo il Primo Ministro Baldwin e gli propone un'alternativa: un matrimonio morganatico, in cui lui sposa la Simpson ma lei non diventa regina. Baldwin sottopone la proposta al Parlamento e ai Dominions, che la respingono.
Nel frattempo la notizia della relazione esce sui giornali britannici e la nazione è sotto shock. La Simpson fugge in Francia per evitare la stampa. Quando il re annuncia di volersi appellare al popolo attraverso la radio, il governo decide di agire.
Il 4 dicembre 1936 alla riunione di Gabinetto si decide di informare il re che il matrimonio morganatico non è accettabile e il 10 dicembre il re decide di abdicare.
L'11 dicembre Edoardo si rivolge via radio alla nazione, ormai da principe, non più da re e imperatore. Sul trono ora c'è suo fratello Bertie, che assume il nome di Giorgio VI e che è diametralmente opposto a Edoardo nel carattere. Lui si è innamorato una volta sola di Elizabeth Bowes-Lyon, figlia dei Conti di Strathmore, e l'ha sposata nel 1923 dopo averle chiesto la mano per ben tre volte.
Edoardo va in esilio con Wallis e la sposa in Francia nel giugno 1937. La loro controversa storia d'amore in un altro post futuro…


 

This product has been added to your cart

CHECKOUT