f
l
TAGS
H

FREUD A LONDRA

Scappando da Vienna nel 1938, Freud dovette vendere 800 dei suoi numerosi libri, ma riuscì comunque a portarne con sé circa 1.600, che adesso si trovano per lo più nel suo studio di Maresfield Gardens. I suoi libri preferiti erano per lui come gli amici più stretti, ai quali 'si deve parte della propria conoscenza della vita e della visione del mondo'. Molti di questi libri sono stati letti e riletti e ne portano i segni attraverso le annotazioni di Freud stesso.
Freud riuscì a portare con sé anche la sua scrivania, i tappeti, i quadri, e il divano su cui faceva stendere i pazienti, ricreando a Londra il suo studio di Vienna. Uno dei suoi pazienti, Sergei Pankejeff (l'Uomo Lupo), descrisse così la sua esperienza di analisi con Freud: 'C'era sempre una sensazione di pace e quiete sacra qui. Le stanze dovevano sorprendere ogni paziente, perché non c'era nulla che ricordasse lo studio di un dottore, sembravano piuttosto lo studio di un archeologo. C'erano statuette ed oggetti insoliti d'ogni tipo, che anche i non addetti ai lavori riconoscevano essere ritrovamenti archeologici dall'antico Egitto….Qualche pianta in vaso dava vita alle stanze e i caldi tappeti e le tende aggiungevano una nota di casa. Tutto contribuiva a far sì che uno si sentisse protetto e lasciasse dietro di sé le proprie preoccupazioni e la fretta della vita moderna'.
Freud stesso spiegò il suo amore per l'archeologia nel fatto che lo psicoanalista, come l'archeologo nei suoi scavi, deve portare allo scoperto strato dopo strato della psiche del paziente, prima di arrivare ai tesori più preziosi, celati sul fondo.
Le statuette antiche più amate le teneva sulla scrivania, di fronte al famoso divano che gli era stato regalato da un paziente nel 1891, e che divenne il fulcro del suo studio. Durante l'analisi i pazienti si stendevano sul divano mentre Freud ascoltava, non visto, seduto su una sedia verde.
È nel suo studio che Freud è morto, nel settembre 1939. Negli ultimi tempi, non riuscendo più a salire le scale, si era fatto mettere un letto nello studio, con vista sull'aiuola di rose nel giardino sul retro.
La casa-museo di Freud può essere inclusa in un tour del quartiere-villaggio di Hampstead.


 

This product has been added to your cart

CHECKOUT